Fials: Cessazione rapporti di lavoro a tempo determinato Asl Ta – Richiesta proroga

Di seguito la nota della Fials:

”La scrivente O.S. apprende con grande stupore che nel mese di luglio p.v. cesseranno i rapporti di lavoro a t.d. di numerosi Infermieri reclutati in regime di pronta disponibilità per fronteggiare  l’emergenza Covid e successivamente utilizzati, sia per la campagna vaccinale, che per dare sollievo alle tante Strutture dove perdura una grave carenza di organico. 

Ad incidere sulle suddette cessazioni, sembrerebbe essere la conseguente pubblicazione del recente avviso pubblico per CPS Infermieri, di cui ancora non si conoscono gli sviluppi. Tuttavia, pur apprezzando l’iniziativa, permangono numerosi dubbi per quanto attiene ai tempi di realizzazione della nuova graduatoria che, peraltro vedrà inevitabilmente tra i primi classificati, gli  stessi Infermieri attualmente in servizio c/o la ASL Taranto (reclutati dal precedente avviso) determinando un allungamento delle tempistiche sulle succitate procedure, con il consueto sovraccarico ed affollamento dell’Ufficio Concorsi. 

Altra preoccupazione per questa O.S. è rappresentata dalla mancata comunicazione della durata dei contratti previsti dal nuovo avviso pubblico, che creerà incertezze nei candidati e criticità nei servizi di assegnazione. Non vi sfugga che, proprio in considerazione delle recentissime assunzioni a t.d., la  Asl Taranto proponeva contratti semestrali, mentre le ASL Bari e Lecce proponevano contratti triennali,  suscitando maggiori aspettative per la maggior parte degli Infermieri che, dopo aver accettato l’incarico  c/o codesta Asl, ha poi rinunciato per prendere servizio altrove, creando enormi criticità sia nelle S.C. Ospedaliere (al collasso) che in quelle Territoriali! 

Non può, inoltre, essere sottovalutato il fattore cessazione dei rapporti di lavoro durante il periodo estivo, che determinerà -in modo definitivo- il collasso delle Strutture Sanitarie, molte delle  quali già oggi, non sono nelle condizioni di garantire i turni di servizio previsti e, tantomeno, possono concedere ai lavoratori i periodi feriali contrattualmente previsti e necessari soprattutto a rinfrancare  personale che, nei mesi scorsi è stato spremuto sul fronte emergenza Covid19 e logorato ai limite  dell’umana resistenza.

Infine, sarebbe opportuna una cauta valutazione in merito al perdurare dell’emergenza Covid19 che, visto i recenti sviluppi, non accenna a concludersi ma, si parla di una nuova variante che certamente viste anche le raccomandazioni ministeriali, non ci lascia sereni, sia per i nuovi focolai, che per il  perdurare dei focolai sul nostro territorio (è su tutti i giornali la notizia di quanto sta accadendo presso  la Casa Circondariale di Taranto). 

Per questi motivi, si chiede di sospendere la determinazione di cessazione dei contratti a Tempo  Determinato con scadenza luglio 2021, rinviandola a data da destinare e contestualmente avviare  l’avviso ricognizione del personale precario in servizio avente titolo alla stabilizzazione. 

Resta ferma la necessità di programmare le nuove assunzioni anche attraverso il completamento della procedura concorsuale unica regionale per CPS INFERMIERE indetta con D.d.G. n. 2141 del  31.10.2018. 

Nelle more di tanto, si chiede, altresì, il rinnovo, per un semestre, dei contratti attualmente  revocati (per un totale di mesi 12).

Ultimi articoli pubblicati

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *