Soccorsi in ritardo e “senza medico a bordo”: sindaco di Scafati inveisce contro gli infermieri. La replica di Opi Salerno. IL VIDEO

Il presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche (OPI) di Salerno, Cosimo Cicia, ha risposto alle recenti critiche del sindaco di Scafati, Angelo Pasqualino Aliberti, sottolineando l’importanza del delicato lavoro del personale infermieristico e contestando le accuse mosse nei loro confronti.

Il sindaco di Scafati Pasquale Aliberti aveva espresso il proprio disappunto riguardo a due incidenti stradali nel territorio comunale, in cui le ambulanze sono giunte senza medico a bordo.

In un video pubblicato su Facebook, Aliberti aveva sollevato anche questioni sul presunto ritardo nell’intervento, incolpando il personale infermieristico.

SCARICA LA TUA TESI


In risposta a tali accuse, il presidente Cicia ha dichiarato che la gestione delle operazioni di soccorso del 118 è di competenza della centrale operativa, che coordina tutte le fasi del soccorso, compresa la scelta degli operatori e dei mezzi da inviare. Ha sottolineato che l’operatore che risponde alle chiamate è specializzato e agisce rapidamente in situazioni complesse.

“Nei casi di attivazione del servizio di soccorso del 118, l’intera procedura dipende dalla centrale operativa”, ha spiegato Cicia. “È la centrale che coordina tutte le fasi del soccorso: dall’invio dei mezzi, al coordinamento dei soccorritori fino alla fase di ospedalizzazione della vittima.”

Il presidente dell’OPI ha espresso la piena e assoluta solidarietà agli operatori sanitari, sottolineando che non hanno responsabilità su questioni che non dipendono da loro, ma che sono addebitabili esclusivamente a responsabilità politico-istituzionali. Ha inoltre elogiato il lavoro del personale infermieristico, che agisce in situazioni di emergenza senza conoscere la gravità delle condizioni delle persone coinvolte.

Cicia ha condannato l’atteggiamento assunto dal sindaco nei confronti degli operatori sanitari, evidenziando che la lotta tra operatori e cittadini è il risultato di un sistema sanitario che li vede come vittime, entrambi senza colpa. L’appello è stato rivolto a una maggiore comprensione delle dinamiche del servizio 118 e a una riflessione sulle responsabilità effettive, sottolineando l’importanza del lavoro svolto dagli infermieri in situazioni di emergenza.

Il lungo post del sindaco di Scafati sul proprio profilo Facebook (Vedi)

“INCIDENTE CON TRE FERITI…DIFENDERÒ IL NOSTRO DIRITTO ALLA SALUTE IN OGNI LUOGO E SEDE: SIAMO ESSERI UMANI E NON BESTIE. IL GOVERNO COMMISSARI LA SANITÀ IN CAMPANIA E LA TOLGA DALLE MANI DI DE LUCA

Incidente con tre feriti, ero sul posto. Un vigile non in servizio ha chiamato l’ambulanza: la prima è arrivata dopo 32 minuti, la seconda dopo 41 minuti e tutte e due senza medico a bordo. Questa volta siamo stati “fortunati” non c’è stato il morto ma questa è l’emergenza che abbiamo nella nostra Città e in Campania alla luce dei fatti che stanno accadendo in questo momento anche in altre parti di regione.

Ho chiesto una relazione da parte dei vigili urbani che porteremo allegata al ricorso al Tar che dobbiamo discutere in queste ore relativa all’ordinanza da me firmata e alla quale il direttore generale, quello nominato dal Presidente De Luca, si è opposto. Ancora una volta sotto i miei occhi emerge chiaro che il Governo deve intervenire in Campania per commissariare la sanità.

Rischiamo di morire ogni giorno con un governo regionale che è contro Scafati solo per motivi di appartenenza partitica.

Mi facciano capire se devo cambiare bandiera purché i miei cittadini vengano trattati come esseri umani e non come bestie!!!”

IL VIDEO

Redazione InfoNurse

Fonte: Nurse Times

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *