Aggressione personale sanitario, Uil Fpl: bene la costituzione di una commissione d’inchiesta interna da parte della Asl Taranto

Dopo la solidarietà dell’Opi di Taranto (Vedi articolo) pubblichiamo la nota del sindacato UIL FPL di Taranto all’indomani dell’aggressione nei confronti del medico (Leggi articolo)

“Dopo le nostre denunce sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e le aggressioni nei confronti del personale sanitario, arriva il primo intervento della Direzione strategica della ASL Taranto, afferma il Segretario Generale della UIL FPL Emiliano Messina, con la costituzione di una Commissione d’inchiesta interna con a capo il Direttore Sanitario, Dott. Sante Minerba.

Questo è quanto annunciato dal Direttore Generale della ASL Taranto, Dott. Vito Gregorio Colacicco, a margine di un incontro con le Organizzazioni sindacali su altre tematiche.

La Commissione d’inchiesta avrà il compito di verificare lo stato della sicurezza del personale sanitario all’interno dei luoghi di cura e in tutti i luoghi di pertinenza dell’Azienda sanitaria.

Il nostro grido d’allarme è stato prontamente ascoltato dalla Direzione strategica e questo rende merito al lavoro di denuncia costante della nostra Organizzazione sindacale, afferma Emiliano Messina.

Da questa Commissione ci attendiamo un report puntuale e dettagliato con l’individuazione delle soluzioni per garantire la sicurezza del personale e delle persone che accedono alle Strutture sanitarie.

Siamo consapevoli che il momento è difficile e che le soluzioni non possono prescindere da una implementazione della dotazione organica del personale, unico modo per garantire una assistenza di qualità che mette al centro del processo assistenziale la persona assistita.

Le Strutture sanitarie devono tornare ad essere luoghi di cura, prevenzione e promozione della salute e non luoghi in cui si consumano aggressioni disumane come quella avvenuta nei confronti del Medico del Presidio Ospedaliero San Giuseppe Moscati.

Il lavoro dei Medici, degli Infermieri, del personale sanitario e socio sanitario è incessante e continuo e lo è stato ancor di più quando il nostro paese era totalmente paralizzato per l’emergenza COVID-19, questo non dobbiamo dimenticarlo.

Da Eroi e Angeli, ora il personale sanitario è visto come il nemico da combattere e contrastare, ma non per colpe proprie, ma perché “pedine” di un sistema che ha visto una politica nazionale fallimentare di programmazione sanitarie negli ultimi 30 anni.

Mancano Medici specialisti, mancano gli Infermieri, non si assumono gli OSS e le altre Professioni sanitarie, se non è disorganizzazione programmatica e miopia questa, poco di manca, afferma il Segretario Generale Emiliano Messina.

Abbiamo una carenza atavica di personale, abbiamo personale sanitario contagiato da SARS-CoV-2, non siamo in grado di garantire le ferie estive, uno scenario da paura che può essere risolto solo con un piano straordinario di assunzioni, ma questo non basta.

Vanno rivisti e rivistati i modelli organizzativi, va garantita la presenza di Operatori Socio Sanitari h.24, va garantito agli Infermieri di svolgere quanto previsto dal Profilo professionale e dal nuovo DM 77 sulla sanità di prossimità, senza che la carenza di organico costringa gli Infermieri a fare gli OSS e molto spesso i Medici a fare gli Infermieri.

È forte il grido che la UIL FPL rivolge ai Consiglieri regionali e ai Parlamentari della Repubblica italiana: più assunzioni e più coraggio nella decisione di mettere mani una volta per tutte ad un sistema salute che va radicalmente cambiato e adattato alle esperienze ormai consolidate degli altri Paesi europei.

Il personale sanitario non più aspettare, è necessario garantire maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro, maggiore salario e migliori condizioni di lavoro. Questo è l’impegno che la UIL FPL poterà avanti in tutti i tavoli istituzionali, locali, regionali e nazionali” conclude il segretario Generale UIL FPL Taranto Emiliano Messina.

Redazione InfoNurse

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.