Mammì (M5S Lombardia). Sui tamponi rapidi la maggioranza si rompe: “Facciamoli fare agli infermieri”

Si rompe la maggioranza di Regione Lombardia sul voto segreto richiesto dal Consigliere regionale del M5S Lombardia Gregorio Mammì; su di una mozione della Consigliera Viviana Beccalossi (misto-maggioranza) che chiedeva l’obbligo per i Medici di medicina generale di fare i tamponi. La mozione è stata bocciata.

“È inaccettabile”, spiega Mammì, “pensare di prevedere che i tamponi rapidi siano effettuati dai medici, che già oggi sono pochi e pieni di lavoro.

È inderogabile adottare delle iniziative che permettano agli infermieri libero professionisti di effettuare tamponi a domicilio e rilasciare una documentazione che riporti l’esito del test; fermo restando in caso di esito positivo, che quest’ultimo sia comunicato al medico curante ai fini dell’attivazione del percorso covid.

Regione Lombardia, prosegue, deve iniziare a ripensare alle funzioni dei professionisti della sanità! Gli infermieri sono fisicamente i professionisti che eseguono i test; è assurdo creare un “collo di bottiglia” che blocca, di fatto, la funzionalità dei test rapidi”.

Redazione InfoNurse

Ultimi articoli pubblicati

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.