Nel “regno” FNOPI beati gli ultimi. Il Re è nudo

Ha resistito per diverse settimane la FNOPI alle innumerevoli richieste di trasparenza sull’esito delle procedure elettorali per il rinnovo degli Organi e alla fine ha vuotato il sacco.

Intanto è nei fatti che i nostri racconti sulle elezioni FNOPI si sono rivelati puntuali ed esatti. Non ultimo l’aver desunto con congruo anticipo rispetto alla formalità del rito, con esattezza e dovizia di particolari la distribuzione delle cariche (Vedi Articolo).

La ricca e copiosa analisi fatta di percentuali e considerazioni sull’esito del voto, riportata nella odierna circolare n. 49/2021 della FNOPI (In allegato), anche ai più distratti, non è risultata sufficiente a minimizzare alcuni dati di fatto incontrovertibili:

  • La lista bulgara (le ragioni sulla sua definizione sono state abbondantemente spiegate nei nostri precedenti articoli) composta dalla Presidente uscente, non ha raccolto consensi unanimi, come la copiosa circolare lascia intendere.
  • Infatti la riconfermata Presidente della FNOPI, si barcamena nelle descrizioni lessicali utilizzate nella sua nota circolare precisando che … omissis …  è risultata vincitrice la lista AUTORI DEL FUTURO (unica lista presentata e accettata costituita quasi la 100% di elettori con maggioranza bulgara) con 1.292 voti di lista (esclusi quelli dei candidati singoli) pari all’81% dei voti totali…omissis.
Per correttezza lessicale, ci permettiamo di correggere e integrare il resoconto presidenziale che induce a equivoci interpretativi, precisando, ai più attenti, che la lista AUTORI del futuro ha conseguito la PERCENTUALE MEDIA di 1.292.

Tanto, perché la Presidente uscente ha conseguito 1199 voti di preferenza e la Segretaria uscente Mazzoleni 1116 voti di preferenza risultando quindi le ultime della classe, al disotto della percentuale media conseguita dall’unica lista in “gioco”

E’ un dato molto rilevante che in parte spiega le ragioni del ritardo dell’esposizione in trasparenza delle preferenze che gli elettori (I presidenti dei 91 OPI che si sono recati alle urne su 102 OPI d’Italia) hanno espresso

Altro dato significativo è la performance della Infermiera pediatrica Graziella Costamagna (Vedi articolo), candidata da sola per rivendicare la presenza degli Infermieri Pediatrici nell’organo Politico della FNOPI oggi esclusivamente composto da Infermieri. 250 i voti di preferenza accordati dagli OPI d’Italia all’Infermiera pediatrica che, a nostro avviso, ha di che pretendere per il suo inserimento nel Comitato Centrale in forza della legge.

Mai nelle scorse tornate elettorali per l’ex IPASVI, la presidente e la segretaria sono risultati gli ultimi della lista con un gap elettorale rispetto agli eletti di centina di voti in differenza. 

Il dato rilevante e che gli ultimi della lista, in termini di preferenze, si beano di investiture all’unanimità nelle cariche istituzionali più rilevanti per la rappresentanza legale dell’ENTE FNOPI.

Insomma, protagonisti nell’ombra, spesso primattori che nascondono la realtà che rivendicano, oggi come ieri, appollaiati sul trono nel regno di bengodi.

Autore: Randolfi Massimo, Presidente Nurse Times

Fonte: NurseTimes

Ultimi articoli pubblicati

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *