Partorisce in casa con l’aiuto della figlia 12enne e dell’infermiere al telefono

E’ accaduto a Monfalcone, in provincia di Gorizia. Nonostante la situazione complicata, tutto è andato per il meglio. Fondamentale la freddezza della figlia minore, guidata al telefono da un infermiere della centrale operativa Sores.

Monfalcone (Gorizia) una donna ha partorito in casa una bambina, assistita con coraggio dall’altra figlia, di soli 12 anni, a sua volta guidata al telefono da un infermiere della centrale operativa Sores. La vicenda ricorda quella di un’altra famiglia straniera, avvenuta qualche mese fa sempre in Friuli.

Tutto è avvenuto molto in fretta: le doglie, le contrazioni e la chiamata al Nue 112. La piccola aveva fretta di venire al mondo e non ha dato ai genitori nemmeno il tempo di salire in macchina e correre all’ospedale. Per fortuna la sorellina della nascitura ha mantenuto la calma, seguendo con attenzione le indicazioni fornite a distanza dall’infermiere.

SCARICA LA TUA TESI


I genitori sono cittadini stranieri e non conoscono bene la lingua italiana, ma anche questo ostacolo è stato superato grazie alla figlia, che invece si è espressa molto chiaramente al telefono e ha compreso tutto ciò che l’infermiere le diceva. Non è stato quindi necessario il servizio di traduzione a disposizione sulle 24 ore.

Attivate dallo stesso infermiere, un’ambulanza e l’automedica sono partite da Gradisca d’Isonzo e hanno raggiunto l’abitazione della coppia. Mamma e neonata sono state portate all’ospedale per tutti i controlli del caso e stanno bene.

Redazione InfoNurse

Seguici su:

Fonte: NurseTimes

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *