Rinnovo delle cariche: l’associazione italiana di fisioterapia si riunisce (on line) per l’assemblea elettiva

Il Presidente uscente Tavarnelli: orgoglioso del lavoro svolto, auguro ai nuovi organismi associativi di dare piena affermazione ad Aifi come società scientifica di fisioterapia

ROMA, 26 MARZO – Dopo il Congresso Nazionale dell’ottobre scorso nel quale è stato approvato il nuovo Statuto, l’Associazione Italiana di Fisioterapia – AIFI vivrà in questo weekend un’ulteriore tappa importante nel cammino di crescita come Associazione Tecnico-Scientifica. Sabato 27 marzo (ore 14,00-19,00) si terrà infatti la 1° Assemblea elettiva che prevede l’elezione dei componenti dei nuovi organi statutari previsti a livello nazionale (Consiglio Direttivo Nazionale, Presidente, Collegio dei Revisori dei Conti, Collegio dei Probiviri) secondo un puntuale meccanismo messo a punto nei mesi scorsi che ha consentito la presentazione di liste e candidature singole, e che permetterà di svolgere tutte le operazioni associative nella massima trasparenza, garantendo la segretezza del voto. Per la prima volta ad eleggere i nuovi organismi statutari non saranno i “delegati” eletti in assemblee territoriali: tutti i soci potranno infatti partecipare e, quelli in regola con il pagamento della quota associativa all’atto della convocazione, esprimere il proprio voto.

L’evento, progettato totalmente online per le note limitazioni imposte dal periodo pandemico, segna, in particolare, il “passaggio di testimone” dall’Ufficio di Presidenza uscente al nuovo Consiglio Direttivo Nazionale, il primo ad essere eletto dopo il completamento del percorso di trasformazione da Associazione Maggiormente Rappresentativa di una professione, il fisioterapista, (quale AIFI era fino all’elezione della Commissione d’Albo nazionale dei Fisioterapisti avvenuta nel settembre 2020) ad Associazione Tecnico Scientifica di una disciplina, la Fisioterapia, riconosciuta alla luce della legge n. 24 dell’8 marzo 2017 e successive modificazioni.

Con il 27 marzo terminerà, quindi, il lungo mandato di Mauro Tavarnelli come presidente AIFI. Eletto nel 2014 (a Lecce) e riconfermato nel 2017 (al termine del Congresso di Roma), il presidente uscente ha guidato AIFI – grazie anche alla fondamentale attività e collaborazione degli Uffici di Presidenza e delle Direzioni Nazionali che si sono succeduti in questi anni – nella trasformazione verso un posizionamento istituzionale sempre più chiaro nel nuovo contesto, cogliendo le opportunità offerte dalla Legge Gelli-Bianco alla fisioterapia italiana.

Ma quali sono i maggiori risultati complessivi ottenuti dalla “governance uscente” di AIFI? “I risultati ottenuti in questo mandato sono stati molti”, commenta Mauro Tavarnelli, “ma in particolare vorrei soffermarmi sulla costituzione degli Ordini professionali delle professioni sanitarie e, soprattutto, sulla costituzione delle Commissioni d’Albo dei Fisioterapisti territoriali e della Commissione d’Albo Nazionale dei Fisioterapisti, tassello fondamentale per la prospettiva di un futuro Ordine dei Fisioterapisti. Questo è ciò per cui l’Associazione si è battuta da sempre e che finalmente sta prendendo forma”. C’è poi “un altro risultato fondamentale che ha permesso ad AIFI di gettare le basi per il futuro associativo”, precisa il presidente uscente, “ed è stato il pieno riconoscimento di AIFI come Associazione Tecnico Scientifica, cioè come Società Scientifica della Fisioterapia con il cambio del nostro Statuto e l’elezione proprio nel prossimo weekend dei nuovi organismi direttivi dell’Associazione”.

Un percorso lungo, ricco di progettualità e di cambiamenti, che Tavarnelli ha vissuto in pieno dal 2001, prima come componente del Consiglio Direttivo, poi come vice-presidente e presidente. Cosa augura al nuovo presidente, al nuovo Consiglio Direttivo Nazionale – CDN, ed al nuovo Consiglio Nazionale degli Organismi Associativi – CNOA? “Auguro al nuovo Presidente e a tutti i nuovi Organismi associativi di riuscire a dare piena affermazione all’AIFI come Società Scientifica di Fisioterapia”, è la risposta conclusiva di Mauro Tavarnelli, “in modo da poter contribuire sia allo sviluppo della disciplina della Fisioterapia affinché si affermi come scienza autonoma e matura anche nel nostro Paese, sia alla crescita culturale e scientifica dei fisioterapisti, in stretto contatto e collaborazione con la Commissione d’Albo Nazionale dei Fisioterapisti e spero, a brevissimo, con il futuro Ordine dei Fisioterapisti”.

Il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana di Fisioterapia – AIFI, che rimarrà in carica per tre anni (2021-2024), sarà formato da sette componenti e tra essi verrà eletto il nuovo Presidente nazionale che nominerà Vicepresidente, Segretario e Tesoriere: AIFI darà specifica informazione sugli eletti al termine del voto. L’Assemblea di sabato 27 marzo sarà preceduta nella mattinata dal simposio scientifico “La fisioterapia nella progettazione e implementazione di percorsi clinici e PDTA” (ore 9.00-13.00), evento scientifico che conferma l’impegno di AIFI nel supportare i fisioterapisti italiani nel loro cammino di formazione continua di qualità per migliorare sempre più i percorsi di cura per i cittadini.

Ultimi articoli pubblicati

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *