Ricette mediche, dal 2024 saranno senza scadenza

Il prossimo Consiglio dei ministri si prepara ad esaminare il Disegno di legge delega sulle semplificazioni dei procedimenti amministrativi, un provvedimento che mira a rivoluzionare diversi aspetti della gestione sanitaria in Italia, tra cui le ricette mediche, a partire dal 2024.

Il fulcro del Ddl è rappresentato dunque dalla sua ambiziosa iniziativa di digitalizzazione e semplificazione di processi chiave all’interno del sistema sanitario italiano. In particolare, le prescrizioni dematerializzate e le ricette ripetibili stanno per subire una trasformazione significativa.

SCARICA LA TUA TESI


Per i pazienti cronici e per coloro che necessitano di terapie a lungo termine è una svolta rilevante l’adozione di ricette senza scadenza. Questa modifica elimina la necessità di rinnovare continuamente le prescrizioni, offrendo una maggiore comodità e sicurezza per chi dipende da trattamenti costanti.

Inoltre la possibilità di rendere le ricette ripetibili in modo illimitato costituisce un passo avanti cruciale. Ciò significa che i pazienti non saranno più vincolati a un numero fisso di prescrizioni e potranno ottenere facilmente i farmaci necessari senza oneri eccessivi.

Questa strategia si traduce in un impatto positivo sul carico amministrativo sia per i cittadini che per le imprese coinvolte nel settore sanitario. La semplificazione di questi processi non solo facilita la vita quotidiana dei pazienti, ma contribuisce anche a snellire le procedure burocratiche, riducendo gli adempimenti amministrativi che gravano su di loro. Ciò non solo migliora l’efficienza operativa, ma promette di liberare risorse che possono essere meglio impiegate per garantire un migliore supporto e cura ai pazienti.

Le ricette elettroniche, sperimentate durante la pandemia, diventeranno inoltre parte integrante del sistema sanitario, sostituendo le tradizionali versioni cartacee. Questo passo avanti non solo migliorerà l’efficienza, ma contribuirà anche a garantire una maggiore trasparenza e certezza nei procedimenti.

Inoltre il Disegno di legge affronta la questione delle carenze di farmaci. Per semplificare la pubblicità legale relativa ai farmaci si elimineranno gli adempimenti legati alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, optando invece per la pubblicazione sul sito dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa). Una strategia volta a rendere più accessibili le informazioni e a semplificare il processo per tutte le parti coinvolte.

Il Disegno di legge si concentra infine sulla gestione dei pazienti cronici, introducendo misure che eviteranno loro visite ripetute dal medico. Una modifica chiave è la consegna di farmaci sufficienti a coprire un intero mese di terapia, riducendo la necessità di frequenti interazioni e semplificando la vita dei pazienti.

Queste riforme non solo mirano a seguire i principi comunitari, ma anche a migliorare la qualità della vita dei cittadini italiani. Attraverso la semplificazione dei procedimenti amministrativi il nuovo Disegno di legge promette di trasformare positivamente il Servizio sanitario nazionale, rendendo i servizi più efficienti e accessibili per tutti.

Redazione InfoNurse

Fonte: Nurse Times

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *