Vaccino. Zanin (FVG): ragazzi? Scienza si assuma responsabilità

Il presidente: imperativo categorico che scuola sia in presenza

Trieste – Vaccini sì, o vaccini no per i ragazzi? “C’è un imperativo categorico è quello di far sì che la scuola sia in presenza. Perché due anni in Dad hanno creato delle condizioni nei confronti l’apprendimento per i nostri figli molto limitative, sulle quali c’è molto da discutere”. Così alla Dire il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Piero Mauro Zanin, intervenendo sul tema sui vaccini ai ragazzi, la fascia della popolazione meno vaccinata e maggiormente colpita dalla variante delta del coronavirus.


Se questa è la priorità, continua Zanin, bisogna fare in modo “che la scienza, e il governo assumano delle decisioni che consentono questa presenza dei nostri studenti nelle aule e nelle scuole. Verificheremo quali saranno le decisioni, poi credo che il presidente Fedriga per la nostra Regione e a nome di tutta la Conferenza cercherà di dare quelle risposte che siano tutelanti nel migliore dei modi sia nei confronti di chi va a scuola, e anche della scuola stessa”.


Il presidente dell’Assemblea regionale tuttavia non si esprime sull’ipotesi dell’obbligo al vaccino per i giovani. “Non sono uno scienziato, quindi lascio la parola alle valutazioni che fanno gli scienziati- sottolinea Zanin-. Dobbiamo fidarci della scienza, bisogna anche però fare in modo che questa scienza assuma delle responsabilità dirette nei confronti dei cittadini.


Nell’affrontare questo tipo del vaccino, molte responsabilità, quando si firma prima di fare il vaccino, vengono lasciate all’individuo, che non credo sia nelle condizioni di assumersi queste responsabilità. Chiediamo alla scienza una parola definitiva, chiara, e in base a questa parola chiara credo che nessuno sfugga la necessità di fare un vaccino”, conclude.

Ultimi articoli pubblicati

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *