Concorso infermieri Asl Lanciano Vasto Chieti: annulla la prova scritta a causa di svariati ricorsi.

L’esame pubblico previsto per l’11 febbraio per l’assunzione di 30 infermieri bandito dalla Asl Lanciano Vasto Chieti, non si terrà più.

Il concorsone della Asl Lanciano Vasto Chieti per l’assunzione di 30 infermieri subisce uno stop a causa dei numerosi ricorsi

Il concorso per infermieri bandito nel dicembre del 2018, prevedeva l’assunzione di 30 infermieri a tempo indeterminato. Le domande arrivate erano 7.821, tant’è che i vertici dell’azienda sanitaria avevano deciso di emigrare addirittura nelle Marche, a Pesaro, per la preselezione in programma l’8 gennaio. Alla preselezione parteciparono però solo 4.438 candidati.

In seguito alla preselezione solo 1.016 furono i candidati ammessi alla prova scritta dalla Commissione esaminatrice.

Arriva oggi la notizia della sua sospensione da parte dei vertici della Asl Lanciano Vasto Chieti.

La prova scritta, già fissata per l’11 febbraio al Palacongressi di Rimini non avrà svolgimento. “Alla luce dei numerosi ricorsi già pervenuti – fa sapere l’azienda sanitaria –  e che stanno ancora pervenendo la Asl 2 Lanciano Vasto Chieti, ritiene doveroso disporre gli opportuni approfondimenti in merito ai vizi ivi denunciati”.

Dopo la pubblicazione della graduatoria con gli idonei alla prova scritta sono stati tanti i ricorsi presentati da alcuni non ammessi che hanno sottolineato delle anomalie sulle modalità di svolgimento dell’esame.

Ma cosa contestano i candidati che si apprestano ad impugnare l’esito della prima prova?

In alcune dichiarazioni dei non ammessi alla successiva prova raccolte da Chietitoday.it le motivazioni

“Tramite i nostri avvocati faremo partire il ricorso – dice un’infermiera di Chieti che preferisce mantenere l’anonimato – siamo un gruppo di partecipanti di Chieti e Pescara ma si stanno unendo anche abruzzesi che lavorano altrove. Al momento siamo 256 ma il numero è destinato a crescere”.

“Innanzitutto ci sembra strano il ritardo nella pubblicazione dei risultati che dovevano essere pubblicati il 10 gennaio e invece sono apparsi online solo il 15. Ad aggravare la cosa c’è, inoltre, il fatto che per qualche minuto è apparso online un file excel con alcune anomalie: i codici associati ai candidati, non erano corretti. Noi contestiamo la modalità con cui sono state poste le domande che, a nostro avviso, prevedevano più di una risposta esatta. Inoltre balza all’occhio la differenza di difficoltà tra il test sostenuto la mattina e il turno pomeridiano: la mattina presenti 2219 persone e ce l’hanno fatta in 155, il pomeriggio presenti 2219 persone e ce l’ hanno fatta in 861”.

Infine, il ricorso viene presentato anche perchè “c’è un precedente – dice l’infermiera teatina – la stessa ditta che ha gestito la prova ha curato l’ultimo concorso indetto dalla Asl di Teramo. In quel caso i ricorso è stato vinto e chi era stato precedentemente escluso è stato poi ammesso alla prova successiva”.

Redazione

Fonte:

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.