I “disinformatori” che uccidono

Ora vi spiego come nasce la distorsione di una notizia e perché Heather Parisi sta continuando a fare disinformazione sanitaria nociva.

Attenzione diversi post falsi stanno dicendo che la FDA autorizza i medici ad utilizzare l’Ivermectina per i pazienti Covid-19. La vicenda si basa su una causa intentata da un gruppo chiamato America’s Frontline Doctors. I rappresentanti accusano le agenzie sanitarie americane di aver vietato ai medici l’uso dell’Ivermectina contro la Covid-19.

L’articolo trasformato in ‘post complottista’ riporta le dichiarazioni di Ashley Cheung Honold, avvocato che rappresenta la FDA e le altre agenzie sanitarie citate in giudizio, rilasciate in aula martedì 8 agosto 2023:

SCARICA LA TUA TESI


“La FDA riconosce esplicitamente che i medici hanno l’autorità di prescrivere l’Ivermectina per curare il COVID.”

La dichiarazione riguarda la mozione presentata per archiviare il caso, in quanto la FDA non aveva vietato di usare il farmaco nei pazienti Covid-19 ma, raccomandato di non usarlo.

Le accuse del gruppo di medici sono smentite dalle stesse pubblicazioni presenti nei siti delle agenzie, inclusa la FDA. Ivermectina non è dunque un farmaco “approvato” contro la Covid-19 . L’unica approvazione per l’uso dell’Ivermectina riguarda le infezioni parassitarie.

L’Ivermectina è un farmaco antielmintico. Uccide o promuove l’espulsione di vermi parassiti intestinali. In caso di strongiloidosi uccide il parassita, mentre in caso di oncocercosi uccide solo i vermi in fase di sviluppo, ma non quelli adulti.

Hater Parisi ha veicolato un’informazione fuorviante scatenando diversi utenti.

Questo è tentato omicidio.
Questa è disinformazione sanitaria che uccide e mi sembra assurdo che i colpevoli restino impuniti.

Martina Benedetti

Redazione InfoNurse

Fonte: NurseTimes

Rimani aggiornato con Nurse Times, seguici su:

  

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *