Lettera al Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana

Gentile Presidente del Consiglio Mario Draghi, 

La conferenza stampa con cui ieri, 8 aprile 2021, ha parlato all’Italia è stata disarmante per due ordini di ragioni. La prima perché sembra evidenziare una disinformazione; la seconda sembra invece enfatizzare una sorta di distrazione. 

(1) Dal 2018 la professione psicologica è diventata professione sanitaria.

(2) Il Decreto legge n. 44, del 1 aprile 2021, prevede per le professioni sanitarie, quindi anche per le Psicologhe e gli Psicologi, l’obbligo vaccinale.

Da queste due  ragioni nasce quindi non il diritto, ma il dovere e la responsabilità professionale delle Psicologhe e degli Psicologi di sottoporsi al vaccino. 

Come Ordine Professionale degli Psicologi del Piemonte non possiamo ignorare le sue parole e l’impatto che queste  hanno avuto su tutta la comunità professionale fatta di Professioniste e Professionisti Psicologi che ogni giorno  dedicano le proprie competenze, il proprio tempo professionale, il proprio sostegno per aiutare le persone ad  affrontare e a sopravvivere alla pandemia.  

Ci riferiamo ai professionisti Psicologhe e Psicologi che lavorano nelle strutture sanitarie ed ospedaliere, nelle scuole  e nelle università, negli istituti di pena, nelle comunità terapeutiche, nel territorio, nei propri studi professionali e  che in “scienza e coscienza” contribuiscono a contenere e alleviare il malessere psicologico causato dalle  conseguenze che il COVID-19 sta avendo, direttamente e indirettamente, sulle loro vite, sulla loro salute e sul loro futuro. 

Avere consapevolezza di quanto le Psicologhe e gli Psicologi possono fare per la rinascita dell’Italia, in un momento  tra i più difficili dal dopo guerra, significa voler concretamente (e non retoricamente) promuovere fiducia e resilienza  nelle persone, in linea con quello che la comunità scientifica nazionale e internazionale sta evidenziando. 

Ignorare questi aspetti è possibile, ma non auspicabile se l’obiettivo di un Governo responsabile e coraggioso è quello  di costruire fiducia, collaborazione, possibilità per il futuro sano di un’Italia ancora inginocchiata di fronte ad un virus. 

La coscienza è quello che la psicologia aiuta a potenziare e promuovere ed è per questo che come Psicologhe e  Psicologi non possiamo non ascoltare la forza etica che ci richiama alle nostre responsabilità scientifiche, cliniche,  sociali, ma soprattutto umane.  

Con l’auspicio che questo messaggio possa aver risvegliato l’interesse e il dovere del Governo a riconoscere la  Psicologia e i suoi Professionisti. ”

Il Presidente La Vicepresidente Il Segretario Il Tesoriere Giancarlo MARENCO Georgia ZARA Riccardo BERNARDINI Andrea LAZZARA 

Ultimi articoli pubblicati

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *