Niguarda, paziente rivede il suo cane a un anno dal ricovero: un incontro commovente

Il signor Roberto, ricoverato da quasi un anno all’ospedale Niguarda di Milano, ha chiesto e ottenuto di rivedere il suo amato Buk.

“Vorrei tanto vedere il mio Buk”. Questa la richiesta che il signor Roberto ha avanzato con un filo di voce a infermieri e oss dell’ospedale Niguarda di Milano, dove è ricoverato da quasi un anno nel reparto di Ortopedia e traumatologia. Buk è il suo amato cane e il desiderio di rivederlo è legato anche al fatto di avere ancora davanti un lungo percorso di cure.

Una richiesta non facile da assecondare: l’accesso degli animali domestici alle aree di degenza è consentito solo ad alcune aree e sotto determinate condizioni, perché troppo alto è il rischio di infezioni. Ma lo staff del Niguarda non si è perso d’animo e ha trovato una soluzione, riuscendo a trovare il modo di far entrare Buk in reparto. E quando il cane è salito sul letto del suo padrone per salutarlo affettuosamente dopo tanto tempo, un po’ tutti si sono commossi.

SCARICA LA TUA TESI


“Per il signor Roberto è stato un periodo molto difficile e sofferto, che nonostante tutto è sempre riuscito ad affrontare a testa alta, accettando la propria condizione e accogliendo le indicazioni di tutti gli operatori sanitari, senza mai lamentarsi”, spiegano dal Niguarda con un post su Facebook che racconta la giornata speciale.

E ancora: “Per questo, quando si è lasciato andare a un momento di sconforto, l’equipe ha voluto cogliere l’occasione per ascoltare la sua richiesta silenziosa e, a quasi un anno di distanza, dargli la gioia di poter riabbracciare il suo amico a quattro zampe”.

Redazione InfoNurse

Seguici su:

Fonte: NurseTimes

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *