Coronavirus: attenti alle Fake news e bufale in versione audio

Con l’avvento dell’emergenza causata dal nuovo ceppo di coronavirus conosciuto come SARS-COV-19 e che causa la COVID-19 sono sempre più numerose le fake news che animano la rete

La malattia provocata dal Coronavirus ha un nome: “COVID-19” (dove “CO” sta per corona, “VI” per virus, “D” per disease e “19” indica l’anno in cui si è manifestata). Lo ha annunciato, l’11 febbraio 2020, nel briefing con la stampa durante una pausa del Forum straordinario dedicato al virus, il Direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

I sintomi più comuni includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Il mondo vive un periodo di alta tensione ed è importante fare una giusta e sana comunicazione senza creare inutili allarmismi.

Nelle ultime ore stanno girando su WhatsApp degli audio. Uno di un fantomatico infermiere del Policlinico di Bari, Giuseppe Tripicchio che comunica la presenza di cinquanta casi di Coronavirus trattati nel nosocomio barese. Un secondo audio di un lavoratore appena rientrato dalla Cina, precisamente da Wuhan che descrive una situazione apocalittica.

L’autore ha successivamente ammesso “Sono io l’autore di quell’audio e chiedo scusa per l’accaduto. Era uno scherzo destinato a una ristretta cerchia di conoscenti. Quell’audio l’ho registrato in Cina prima di partire, ma era il primo di tre audio in cui spiegavo che si trattava di uno scherzo. Non era mia intenzione alimentare la paura”.

Gli audio sono subito diventati virali, bufale che sono servite esclusivamente ad alimentare la preoccupazione dei cittadini.

Invitiamo tutti a non farsi prendere dal panico e a seguire i Dieci punti fermi, pubblicati in un poster dal Ministero della Salute.

Ecco i dieci messaggi del manifesto:

  1. Lavati spesso le mani.
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani.
  4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci.
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate.
  8. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi.
  9. Contatta il Numero Verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni.
  10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus.

Fare sempre riferimento al sito ufficiale del Ministero della Salute

Redazione

#InfoNurse - Informazione Infermieristica

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:
https://www.facebook.com/InfoNurse.it/


"Seguici sul canale InfoNurse":



Redazione InfoNurse

Informa Infermieri e OSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.